Monthly Archives: giugno 2016

La partenza

Testo tratto dalla lezione sul Viaggio

Livello: B2

Esercizi di Comprensione

LA RISPOSTA DI VINCENTE RUIZ A CRISTOFORO COLOMBO

Sailor, Uomo, Barca, Sorridente, Cadet, AnchorMi chiamo Vincente Ruiz, sono un marinaio,  ho 18 anni e mi dirigo verso il porto di Palos de la Frontera. Ho fretta poiché ho un importante appuntamento con l’Ammiraglio Cristoforo Colombo. Niente di meno che Cristoforo Colombo! L’Ammiraglio ha perso un membro del suo equipaggio e Rafael Sarmiento, un amico di mio padre ed anche  il pilota della Pinta (una delle tre caravelle della spedizione di Colombo),  ha segnalato il mio nome a Colombo dicendo che ero un bravo e  valoroso marinaio.

Mio padre conosce i miei sogni d’avventura, allora mi ha dato la sua benedizione e mi ha detto: “Penso che la spedizione di Colombo sia una grande spedizione. Vincente, carissimo figlio, sei un giovane di belle speranze, dovresti seguire la strada dei tuoi sogni.”

Principessa, Regina, Corona, Vestito, Ragazza, Bello

Mentre io, Vincente, ottenevo il consenso di mio padre, Colombo  otteneva l’approvazione formale dei regnanti di Spagna: Isabella di Castiglia e Ferdinando di Aragona. Si racconta che non era il Re Ferdinando, ma la Regina Isabella la Cattolica  che si occupava degli affari riguardanti l’oceano. Allora si dice che  durante l’incontro con La Regina, Colombo abbia esposto  il suo progetto di raggiungere per mare il Catai ed il Cipango (Cina e Giappone attuale). Colombo aveva parlato delle sue fantasie alla regina seducendola con le storie di Marco Polo e delle terre lontane. E’ così che la convinse. .

Ora, sono arrivato. Vedo ed ammiro le tre caravelle cioè la Niña, la Pinta e la Santa Maria ormeggiate al molo. Sul ponte della Santa Maria scorgo l’Ammiraglio, il mio cuore comincia a galoppare, mi avvicino…

<<Buongiorno marinaio! Ti aspettavo, no c’è tempo da perdere, salperemo domani all’alba, allora, salirai ? Sì o no ?>> disse l’Ammiraglio. Il ragazzo un po’ intimidito rispose:<<Buongiorno Ammiraglio ! Mi scusi, ma prima ho alcune domande>>. L’ammiraglio si grattò il capo poi gli fece cenno di procedere.

Sailor, Cappello, Cappuccio, Barba, Lego, AscoltaVincente prese coraggio e disse: <<Ammiraglio, sarò onesto: ho paura dell’ignoto, le persone dicono un sacco di cose a proposito della navigazione al di là delle isole Canarie. Quindi  ho delle preoccupazioni: è giusto che l’Oceano, oltre a un certo punto, a noi sconosciuto, va a gettarsi in un abisso senza fondo ? Alcuni parlano anche di mostri marini che potrebbero inghiottire tutta una  flotta. E…>>. L’ammiraglio, posò una mano sulla spalla del ragazzo. Improvvisamente la sua voce divenne più soave, il suo tono più cordiale: <<Credimi, sono delle stupidaggini e  delle frottole !…Non è la prima volta e neppure l’ultima che ho sentito questi timori, sono illogici, irrazionali e basati sull’ignoranza… La terra è rotonda e non esistono i mostri marini ma esistono le balene e non sono terrificanti o pericolose, sono bellissime !>>.

Vincente lo sentiva, ma non lo ascoltava. Era affascinato dalla  sua personalità, dalla sua forza di persuasione. Il suo entusiasmo era addirittura contagioso. Poi dichiarò: <<Ammiraglio, sono convito , accetto la sua offerta, è davvero un onore per me.>>.L’ammiraglio rispose: <<Ragazzo! Credimi , non te ne pentirai ! Sarai stupito della ricchezza del Cipango e del Catai ! Allora, salperemo domani all’alba ma prima ci sarà la messa e dovrai esserci senza dubbio! A domani e che Dio ci aiuti!>>.

(Richard Verreault, 2016)

 

Un opuscolo con Canva

Essere a cavallo sarà il vostro cavallo di battaglia

Ma…quante espressioni e modi di dire contengono la parola CAVALLO? Tantissime, consultate un dizionario online e controllate voi stessi.

Testa Di Cavallo, Animale, Ritratto, Campagna, Testa

Il Popplet di Alexandra mi permette di approfondire l’argomento.

Parliamo di sport, di equitazione, di lavoro e di molto altro ancora.

Prima della lezione consiglio ai miei studenti di andare alla ricerca di informazioni relative a questo argomento. Informo anche gli studenti dei nostri obiettivi e dei nostri traguardi.

La mappa è utile per conversare. Per chiedere informazioni e fornire risposte. Per usare nuove espressioni e modi di dire. Per scrivere e formulare domande.

Come memorizzare i vocaboli appresi? Usandoli.

Fate scrivere un articolo di giornale o fate realizzare un opuscolo dal titolo “Animali domestici in casa si o no?”.

L’idea dell’opuscolo è molto stimolante e soprattutto può permettere di sfruttare le abilità informatiche, la creatività, la progettazione dei nostri studenti.

Per la realizzazione dell’opuscolo ho consigliato di usare un programma che si chiama Canva, un software gratis che si può utilizzare online. E’ semplice, presenta già dei modelli di svariate misure e layout. Tutti i documenti si possono personalizzare.

L’uso dell’opuscolo permette di adoperare molti vocaboli appresi sugli animali e riutilizzarli in un contesto diverso, utilizzando anche uno stile linguistico diverso.

I lettori? Bambini italiani.

Ecco che la lingua si deve adeguare all’uso.

Per chi fosse interessato ci sono anche le seguenti applicazioni gratuite per la realizzazione dei volantini

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 
google-site-verification: google373407ca15eb76f7.html

Parole fra le nuvole

Via libera alla fantasia!!!

L’uso dei Word Cloud (Parole fra le nubi) è uno strumento utile per pensare in modo creativo e per aiutare i nostri studenti a focalizzare l’attenzione su un determinato argomento.

Di solito utilizzo questa applicazione durante una lezione di conversazione.

wordcloud

Come?

Se voglio lavorare con delle parole chiave, procedo così

  1. Inserisco  delle parole nel mio generatore di Word Cloud
  2. Le parole devono essere parole chiave, collegate fra di loro, che possono aiutare l’allievo a pensare e a riflettere su un determinato argomento e devono essere attinenti con l’argomento trattato
  3. Poi, via libera alla fantasia!!!
  4. L’insegnante può fare molte domande allo studente partendo da questo generatore di idee (Qual’è il tema della conversazione? Ci sono parole che non conosci? Come potrebbero essere collegate queste parole fra di loro? Prova a formulare delle frasi, Usa i verbi e trasformali al tempo passato, Quali aggettivi incontri? Come potresti utilizzarli? etc)
  5. L’insegnante deve essere molto abile a guidare lo studente verso il tema da affrontare

Se invece desidero lavorare sulle parole chiave (parole più frequenti) di un articolo di giornale, allora posso inserire l’URL del mio articolo e il programma rileverà in automatico tutte le parole chiave. Proponendo poi un riquadro con tante parole colorate.

Solitamente tutti i programmi permettono la formattazione del testo: modificare i colore del carattere, l’orientamento, la grandezza, la ripetizione delle parole etc.

Ho selezionato per voi alcuni Word Cloud Generator. Per la realizzazione della Nuvola di Parole di questa pagina, ho usato Wordcloud per Drive.

Wordcloud per Drive permette di creare la nuvola di parola partendo da un sito o da un testo. Per accedere non è necessario iscriversi. E’ in lingua inglese, ma l’interfaccia è  pulita ed intuiva. Una volta inserito il testo, si ha la possibilità di formattare le parole della WordCloud. Infine, è possibile stampare in diversi formati e salvare direttamente sul nostro PC.

Ci sono anche:

Un Popplet per conversare

E’ tempo di vacanze e  dopo tanto studiare è giunto il momento di mettersi in viaggio e finalmente usare l’italiano per parlare e conversare. Ma, prima della partenza, perché non fare una bella lezione sul VIAGGIO?

office-1548294_640 (1)

 

Nascono tante, anzi tantissime idee legate a questo argomento.  E’ difficile raccoglierle in un unico foglio e affrontarle in un unica lezione. Decido, così di creare una mappa concettuale.

Popplet è la risposta giusta per riordinare le idee e per permettere agli studenti di italiano L2 di utilizzare la lingua in modo creativo.

 

Il mio Popplet raccoglie verbi, parole del viaggio, itinerari, agenzie di viaggio, video. Ogni riquadro permette di sviluppare e approfondire un nuovo argomento. Sarà lo studente a decidere da quale punto partire per sviluppare il proprio argomento.

Come usare una mappa concettuale durante una lezione online? Semplice

  1. Crea la mappa con Popplet
  2. Prima della lezione invia la mappa al tuo studente o in formato PDF o condividila direttamente online (E’ importante inviarla prima della lezione, così lo studente avrà il tempo per organizzare le sue idee e pensare alla conversazione da affrontare).
  3. Conversa sul VIAGGIO. Racconta un tuo viaggio e usa le parole del Popplet per formulare domande. Vedrai lo studente cercherà di risponderti utilizzando le parole chiave presenti nella mappa.
  4. Parlate, conversate e confrontatevi. Ricordate, la conversazione deve essere autentica!

Ecco un modo interessante per utilizzare la lingua! Ma, ancora più interessante è il lavoro che è stato fatto dai miei studenti una volta terminata la lezione.

Alcuni di loro hanno deciso di utilizzare il Popplet per creare la propria mappa concettuale e di raccontarla nella lezione successiva. Ecco alcuni lavori di  Lindsay, Richard, Ana